Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. 

Notizie Notizie

Indietro

Misure di contrasto alla diffusione del Coronavirus

Numeri di riferimento per informazioni:

 

  • 0547 603555 - Numero comunale per le richieste di informazioni in relazione all'ordinanza emessa (attivo dalle 8 alle 13,30 nelle mattine dal lunedì al venerdì, oltre che dalle 14 alle 18 nei pomeriggi di martedì e giovedì - sabato e domenica dalle 8 alle 14)
  • Telefonare al proprio Medico di Base o al Numero Verde regionale 800.033.033 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18 e il sabato dalle 8.30 alle 13) per avere informazioni e indicazioni sul comportamento da tenere in presenza di sintomi sospetti
  • 1500 - Numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute per quesiti di ordine generale sul tema del Coronavirus 2019-nCoV

___________________________________________________________________________________________

FIRMATI DPCM 17 MAGGIO 2020 e ORDINANZA REGIONALE- TUTTE LE NUOVE PRESCRIZIONI VALIDE DA LUNEDì 18 MAGGIO 2020

 
Il Presidente Conte ha firmato il Dpcm recante le misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio. Il  Decreto legge n. 33 del 16 maggio 2020 e il DPCM 17 maggio 2020 hanno aggiornato le misure di contenimento del Coronavirus in vigore in tutto il Paese. 
 
 
 
In Emilia-Romagna le misure sono integrate dall' ordinanza del presidente della Giunta n. 82 del 17 maggio 2020.
 
per avere un quadro chiaro di tutte le norme in vigore nella nostra regione, consultate la pagina http://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus nel sito Regionale, oppure SCARICA ORDINANZA REGIONALE 82 2020.
______________________________________________________________________________________________
 
Aggiornamento del 6 maggio
 

Nuova ordinanza regionale in vigore dal 7 maggio:

Consentiti gli spostamenti in ambito regionale, non più solo provinciale, e possibili anche insieme a persone conviventi

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato una nuova ordinanza che interviene sugli spostamenti possibili attraverso indicazioni in vigore da domani, 7 maggio.
Novità anche sull’attività sportiva, permessa in strutture e circoli sportivi purché in spazi all’aperto e senza contatto fra gli atleti.
Ammesse anche le attività sportive acquatiche individuali, con l’accesso agli specchi d’acqua che potrà avvenire secondo modalità fissate dalle singole amministrazioni comunali.
 
________________________________________________________________________________________________

 

NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI

È disponibile il modello di autodichiarazione per gli spostamenti dal 4 maggio 2020. Può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali.

L'autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

SCARICA IL MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE AGGIORNATO

________________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 27 aprile

Dal 4 maggio al via la fase Due

Il Presidente Giuseppe Conte ha firmato ieri sera il nuovo DPCM: le principali novità
Dal 4 maggio potranno riprendere la loro attività tutte le imprese manifatturiere, quelle di costruzioni e l'edilizia (ed il commercio all'ingrosso funzionale a queste attività).
Sempre dal 4 maggio (con obbligo di autocertificazione):
- si potranno incontrare i congiunti (anche anziani, ma indossando la mascherina);
- sarà consentito riprendere le attività motorie all'aperto a distanza di almeno un metro;
- saranno permesse l'attività motoria con i figli e le passeggiate con persone non autosufficienti;
- chi è rimasto bloccato dal lockdown nelle città in cui studia o lavora potrà rientrare nel luogo di domicilio o di residenza;
- sarà possibile tornare a celebrare i funerali, ma soltanto alla presenza dei familiari più stretti (non più di 15 persone).
La riapertura dei negozi - così come dei musei, mostre e luoghi culturali all'aperto - invece è prevista per il 18 maggio.
La ripresa delle attività di bar e ristoranti (che da domani possono iniziare a effettuare vendita di cibo da asporto) e di tutte quelle rivolte alla cura della persona (saloni di bellezza, centri estetici, ecc.) è prevista per l'1 giugno.

Vai alla notizia e al Decreto nel sito del Governo

 

 

Aggiornamento del 24 aprile 2020

NUOVA ORDINANZA REGIONALE IN VIGORE DAL 27 APRILE,

SU TAKE AWAY, TOELETTATURA ANIMALI, RESTRIZIONI ZONA

RIMINI/MEDICINA

E' stata firmata una nuova ordinanza regionale, che rivede alcune misure in vigore nella regione, pur rispettando le regole di sicurezza sul distanziamento sociale e la protezione personale.

• Da lunedì prossimo, 27 aprile, cessano tutte le misure ulteriormente restrittive in vigore nella provincia di Rimini e a Medicina e nella frazione di Ganzanico, nel bolognese. Un riallineamento possibile grazie all’andamento epidemiologico, analogo a quello delle province e delle aree limitrofe.

• Sempre dal 27, in tutto il territorio regionale sarà riammessa la vendita di cibo da asporto (take away) da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte di attività artigianali (ad esempio rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio), ma solo dietro ordinazione on-line o telefonica e quindi in maniera contingentata, per evitare assembramenti fuori e la presenza di non più di un cliente dentro il locale. Negli esercizi attrezzati, il ritiro potrà avvenire anche dall’auto. L’ordinazione non potrà in alcun modo essere consumata sul posto.

• Sempre da lunedì, in tutta l’Emilia-Romagna via libera all’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, per appuntamento, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo le distanze di sicurezza.

• L’atto prevede anche un intervento straordinario di distribuzione ai cittadini di 4,5 milioni di mascherine di qualità certificata, di cui 500mila in favore delle aziende di trasporto pubblico.

__________________________________________________________________________________________

NUOVA ORDINANZA DEL PRESIDENTE BONACCINI: MISURE PIÙ RESTRITTIVE PROROGATE FINO AL 3 MAGGIO


Nel nostro territorio librerie, rivendite di articoli di cartoleria e di abbigliamento per bambini e neonati sono di nuovo consentite, alla pari del resto del Paese.
Con l’avvicinarsi di due festività nazionali – 25 aprile e 1^ maggio – nelle quali tutte le attività di vendita saranno chiuse (a eccezione di farmacie, parafarmacie, edicole e distributori di carburante), si è decisa la riapertura dei supermercati la domenica, per evitare un’eccessiva affluenza negli altri giorni feriali.

SCARICA ORDINANZA DELL'11 APRILE 2020

________________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 10 aprile 2020

NUOVO DPCM 10 APRILE: MISURE RESTRITTIVE PROPOGATE AL 3 MAGGIO E ALCUNE APERTURE CONSENTITE


Firmato il nuovo dpcm: prorogate fino al 3 maggio le misure restrittive sin qui adottate per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Con il nuovo Dpcm, a partire dal 14 aprile, sarà consentita l’apertura delle cartolerie, delle librerie e dei negozi di vestiti per bambini e neonati e vengono inserite tra le attività produttive consentite la silvicoltura e l'industria del legno.

SCARICA IL DPCM 10 APRILE 2020

_________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 4 aprile

IN EMILIA ROMAGNA FINO AL 13 APRILE PARCHI CHIUSI, NO JOGGING E PASSEGGIATE


Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha firmato un’ordinanza che proroga, da oggi fino al prossimo lunedì 13 aprile, le misure restrittive adottate fino ad ora nella nostra regione per contenere la diffusione del Coronavirus, non evidenziate in quella sottoscritta insieme al ministro della Salute, Roberto Speranza. 

In particolare, viene confermata la chiusura al pubblico di parchi e giardini pubblici per evitare assembramenti di persone. Ribadito il no all’uso della bicicletta o agli spostamenti a piedi se non per le sole motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre esigenze di primaria necessità come gli acquisti di generi alimentari).

E nel caso in cui lo spostamento a piedi sia dovuto a ragioni di salute o per le esigenze fisiologiche dell’animale di compagnia, resta confermato l’obbligo a restare in prossimità della propria abitazione.

Sono quindi escluse passeggiate, jogging o attività motorie di altro genere.

SCARICA ORDINANZA REGIONALE DEL 4 APRILE  2020

__________________________________________________________________________________

Aggiornamenti del 3 aprile

MISURE RESTRITTIVE REGIONALI PROROGATE FINO AL 13 APRILE


Il ministro della Salute, Roberto Speranza, d’intesa col presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha firmato una nuova ordinanza che proroga fino al prossimo 13 aprile tutte le misure ulteriormente restrittive rispetto a quelle valide per l’intero territorio nazionale adottate fino ad ora nella nostra regione per contenere la diffusione del Coronavirus.


COSA C'E' DA SAPERE:

  • confermate le disposizioni che consentono solo l’attività di consegna a domicilio di cibo e pasti preparati, col fermo di quella da asporto, compresi i take-away
  • Negli esercizi polifunzionali possono proseguire solo le attività consentite (ad esempio giornali e tabacchi) ma non quelle di bar e ristorazione
  • consentite le attività di servizi alla casa (idraulici, elettricisti, etc.) e ai veicoli (gommisti, elettrauto, meccanici, carro attrezzi)
  • sospese le attività di accoglienza a fini turistici nelle strutture ricettive e gli alberghi, mentre possono proseguire le attività collegate alla gestione dell’emergenza (ad esempio, pernottamento di medici e infermieri) con attività di ristorazione consentita solo per gli ospiti che vi soggiornano
  • Invariate le disposizioni per supermercati, medie e grandi strutture di vendita con aperture, nei prefestivi, consentite solo a farmacie, parafarmacie, edicole, tabacchi e punti vendita generi alimentari, prodotti per l’igiene personale e la pulizia della casa e articoli di cartoleria
  • Sospese nei festivi, ad esclusione di farmacie e parafarmacie, tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso, comprese le attività di vendita di prodotti alimentari, sia nell’ambito degli esercizi di vicinato che delle medie e grandi strutture di vendita, anche quelli ricompresi nei centri commerciali o nelle gallerie commerciali
  • Restano sospesi sempre tutti i mercati, ad esclusione di quelli all’interno di strutture coperte o in spazi pubblici recintati e solo per la vendita di prodotti alimentari
  • In tutto il territorio regionale è autorizzata la vendita nel territorio nazionale ed estero esclusivamente delle scorte di magazzino di attività di impresa già sospese, con impiego di personale in lavoro agile, o, se necessaria la presenza, con modalità organizzative che garantiscano le misure anti-contagio previste nei protocolli per la sicurezza indicati dalle normative in vigore.

SCARICA L'ORDINANZA REGIONALE DEL 4 APRILE  2020 DECRETO 58

______________________________________________________________________________________________

Aggiornamenti del  1 aprile 2020

NUOVO DPCM: TUTTE LE MISURE PRECAUZIONALI PROROGATE A LUNEDI' 13 APRILE


Le misure precauzionali introdotte dal Governo per limitare la diffusione del contagio del virus Covid-19 saranno prorogate fino a lunedì 13 aprile. Lo ha annunciato il Presidente Giuseppe Conte.
La proroga varrà dal 4 aprile, alla scadenza delle precedenti misure, fino al giorno di Pasquetta. Vengono rinnovate tutte le limitazioni agli spostamenti e la chiusura delle attività non essenziali.

SCARICA IL DPCM DEL 1 APRILE 2020

_____________________________________________________________________________________________

 

Aggiornamento del 26 marzo 2020 ore 22

 

NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI (agg. del 26 marzo 2020)

E' disponibile un nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti, in base alle nuove misure adottate:
 
- comprovate esigenze lavorative
 
- necessaria l'assoluta urgenza per spostamenti fuori dal proprio comune
 
- comunque necessaria la situazione di necessità per gli spostamenti all'interno del proprio comune
 
- viene eliminata la possibilità dello spostamento per il rientro al domicilio o luogo di residenza (se non motivata dalle ragioni elencate sopra)
 
- necessario dichiarare di essere a conoscenza delle specifiche ordinanze regionali.
 
Aumentati i controlli sulle strade e presso i datori di lavoro per la verifica delle dichiarazioni.
 
Pene per i trasgressori fino a 3.000 euro e 5 anni di reclusione.
 
Molto utile per capire quali siano gli spostamenti consentiti, la sezione FAQ SUL SITO GOVERNO.IT
 
 
 
__________________________________________________________________________________________

 

Aggiornamento del 23 marzo 2020 ore 22

 

NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI

E' disponibile un nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti, in base alle nuove misure adottate:
 
- comprovate esigenze lavorative
 
- necessaria l'assoluta urgenza per spostamenti fuori dal proprio comune
 
- comunque necessaria la situazione di necessità per gli spostamenti all'interno del proprio comune
 
Aumentati i controlli sulle strade e presso i datori di lavoro per la verifica delle dichiarazioni.
 
Molto utile per capire quali siano gli spostamenti consentiti, la sezione FAQ SUL SITO GOVERNO.IT
 
 
 
_______________________________________________________________________________________________

 

Aggiornamento del 22 marzo, ore 21.45
 

NUOVO DPCM DEL 22 MARZO 2020

Il Presidente del Consiglio ha appena firmato il decreto, anticipato già ieri, che sospende da domani tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle essenziali, indicate nell’allegato 1 del Decreto stesso.
 
 

 

________________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 21 marzo ore 20.00

 

NUOVA ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

Nei giorni festivi sono sospese tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso, comprese le attività di vendita di prodotti alimentari, sia nell’ambito degli esercizi di vicinato che delle medie e grandi strutture di vendita, anche quelli ricompresi nei centri commerciali o nelle gallerie commerciali, ad esclusione di faramacie e parafarmacie.

 

Inoltre, sono sospesi i mercati ordinari e straordinari, i mercati a merceologia esclusiva, i mercatini e le fiere, compresi i mercati a merceologia esclusiva per la vendita di prodotti alimentari e più in generale i posteggi destinati e utilizzati per la vendita di prodotti alimentari.

 

Chiusi infine al pubblico i cimiteri comunali. Resta garantita l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione, cremazione delle salme.

 

SCARICA L'ORDINANZA

______________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 21 marzo ore 8.00

NUOVA ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE EMANATA IERI SERA

 

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato una nuova ordinanza che vieta:

- l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

- di svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto.

Resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona.

 

L'ordinanza inoltre impone la chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all'interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

 

Nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

 

Le disposizioni producono effetto dal 21 marzo e sono efficaci fino al 25 marzo 2020.

 

SCARICA L'ORDINANZA

________________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 18 marzo 2020

NUOVA ORDINANZA REGIONALE: MISURE DI CONTRASTO ALLE FORME DI ASSEMBRAMENTO DELLE PERSONE

È appena stata pubblicata una nuova ordinanza del presidente della Regione Stefano Bonaccini.

Da domani, 19 marzo 2020, entrano in vigore le seguenti restrizioni:

  • Parchi e giardini pubblici chiusi
  • Uso di bicicletta e uscite a piedi consentite solo per motivazioni di necessità (spesa, medicinali, ragioni di salute). Vietata quindi l'attività sportiva, anche non in gruppo.
  • Attività motoria ed uscite con animali domestici sono consentite solo in prossimità della propria abitazione.

Per quanto riguarda bar nelle aree di servizio e rifornimento carburante:

  • Chiusi i bar e gli esercizi di somministrazione nelle aree di servizio e rifornimento posti nelle aree urbane.
  • Aperti dalle 6 alle 18 negli impianti posti lungo le strade extraurbane secondarie
  • Aperti 24 h negli impianti posti lungo strade extraurbane principali ed arterie autostradali.

SCARICA L'ORDINANZA REGIONALE DEL 18 MARZO 2020

 

________________________________________________________________________________________________

Aggiornamento del 17 marzo 2020

NUOVO MODULO DI AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI

Sul sito del Ministero dell'Interno è disponibile il nuovo modulo  per l'autodichiarazione relativa a spostamenti per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute, rientro presso il proprio domicilio / abitazione / residenza (https://www.interno.gov.it/sites/default/files/allegati/modulo-autodichiarazione-17.3.2020.pdf ).

Rispetto al precedente, finora utilizzato, con questo modulo aggiornato si dichiara anche di non essere sottoposti alla misura della quarantena e di non essere risultati positivi al virus COVID-19.

SCARICA IL NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE DEGLI SPOSTAMENTI

 

Per 

Per ogni aggiornamento in tempo reale si rimanda al sito dell'Unione Valle Savio 

 

Servizi Servizi

Servizi Sociali, Lavoro, Giovani

Ufficio relazioni con il pubblico

Polizia Municipale

Polizia Municipale

Servizi culturali, sport e turismo

Servizi Culturali, Sport e Turismo

Edilizia, Urbanistica e Lavori Pubblici

Lavori pubblici, edilizia privata

Ambiente e protezione civile

Ambiente e protezione civile

Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)

Contributi, attività economiche, commercio ambulante, edilizia produttiva, pubblicità, fornitori

Anagrafe

Descrizione, modalità, informazione sui certificati e documenti di più comune utilità.

Scuola

Domande, richieste, agevolazioni

Sportello Facile

Sportello Facile